Per l'aspirante schiavo

Non c'è un uomo che non abbia una sua fantasia

padrona amanda

Ogni persona gode nel suo intimo di fantasie che non sempre riesce ad esprimerle e raramente riesce a realizzarle. Oggi è arrivato da me un aspirante schiavo chiedendomi se anch'io non accettassi neofiti al mio cospetto.

La domanda mi è risultata molto strana in quanto Padrona Amanda Black non ha mai rifiutato schiavi inesperti o principianti ben conoscendo la soddisfazione che si può provare nella formazione di uno schiavo, partendo proprio dalle sue più nascoste e inconfessabili fantasie.

Gli ho chiesto come mai una simile domanda, mi risponde che leggendo molti siti ha trovato che le padrone spesso non accettano principianti, oppure che si dia per scontato cosa significa essere schiavo e un bravo schiavo.

Come prima cosa ho voluto chiarigli che il tempo di una Padrona è prezioso e come tale deve essere pagato anche solo per poterla ascoltare e stare al suo cospetto.

L'ho fatto entrare e inginocchiare sul grande tappeto del mio studio proprio di fronte al maestoso trono di legno intagliato, mi sono seduta e con molta calma gli ho chiesto di espormi i suoi desideri e fantasie.

Questo vale per qualunque schiavo mi contatti: nulla è gratis, il mio tempo e la mia esperienza si paga anche solo per varcare la soglia del mio regno!

La Padrona è anche la tua confidente, gli dissi, puoi raccontare tutto senza vergogna e timore, sicuro che sarai compreso e non deriso, che verranno capiti i tuoi bisogni.

In 20 anni di questo lavoro ho avuto modo di conoscere fantasie di ogni genere ed ognuna di esse mi ha regalato molto appagamento, non c'è nulla che tu mi possa dire che metterebbe me o te a disagio.

Una volta che l'aspirante si è sentito a sua agio nella sua posizione ha iniziato a raccontarmi di ciò che più avrebbe desiderato e del perchè, ogni cosa viene detta alla Padrona è un segreto che lei si porta nella tomba...è strettamente confidenziale, perchè lo schiavo si affida alla Padrona con fiducia e questa va rispettata.

Una volta terminate le sue fantasie so che avrebbe avuto mille domande, ma che non sapeva ancora dagli forma.

Così la Padrona inizia a raccontare il percorso di un uomo voglioso per diventare un bravo schiavo.

Tutte richiedono di essere già un bravo schiavo, dedito e devoto, rispettoso e ubbidiente, ma come si diventa così? e soprattutto...cosa significa "essere schiavo"?

Di solito per schiavo si intende un uomo con fantasie sessuali trasgressive, a cui piaccia il sadomaso, o alcune pratiche soltanto.

Uno schiavo è ben di più di questo...e generalmente parte sempre da alcune fantasie che sono solo la punta dell'iceberg della propria natura. La Padrona è come un esploratore di mondi perduti, comincia da un sassolino per scoprire tutto ciò che sta sotto quello.

Tutti partono a scoprire di avere queste fantasie da qualche stimolo esterno che in qualche modo invoglia e porta ad eccitarsi, ma non sanno come si possa arrivare a provare tali sensazioni e realizzare queste fantasie.

Spesso non si ha il coraggio di confessarle alla propria fidanzata o compagna...e altrettanto spesso ci si trova soffocati nel non poter godere appieno o nel non sentirsi se stessi cercando qualche palliativo parallelo.

E allora si cerca la Padrona Professionista...ma alla fine si trova solo, nella migliore delle ipotesi, di aver provato una pratica trasgressiva, qualcosa che non tocca davvero dentro, ma è solo sfogo momentaneo per qualcosa che vorremmo raggiungere.

Io sono una Domme, una Donna Dominante, non solo Padrona Professionista, questo significa che non solo ho le capacità, ma amo formare uno schiavo, portarlo da aspirante schiavo a dedito cucciolo della Padrona, non solo facendogli sperimentare le sue fantasie, ma anche guidandolo alla scoperta di se, a realizzare il suo ruolo, addestrando il suo fisico, capendo la sua mente e facendo sbocciare nelle mie mani le sue pulsioni ed attitudini.

Il mio gusto è vederti crescere per me, da spaurito e arrogante voglioso a umile e devoto schiavo...degno di esser chiamato schiavo dalla Padrona e di servirla, gratificandosi nella soddisfazione della Padrona.

Il mezzo sono le pratiche. Ogni pratica a seconda del tipo di persona e di fantasie, ma portando sempre più nel percorso nel desiderare e godere di soddisfare sempre di più la Padrona, mettendo la Padrona davanti a se.

La mia esperienza comprende un campo grandissimo di fantasie, dall'infermiera, alla tortura, dal bondage, alle introduzioni e fisting, dal sapiente uso della frusta alla dominazione mentale...che è sempre presente, mi approprio mano a mano della tua mente, della tua anima, portandoti ad essere sempre più te stesso.

Mentre racconto avvicino la testa del ragazzo ai miei piedi, permettendogli di adorarli e annusarli..di baciarli delicatamente tirandogli leggermente i capelli, e alle volte carezzandogli dolcemente il capo, Sento tutta la sua ansia di leccare, lo scalpitare dei suoi bisogni, è come un puledro da tenere a freno, ma mi piace...ha un buon atteggiamento di partenza e lo posso migliorare con il tempo.

Continuo con il mio racconto, lui ascolta adorante...

Inizio di solito chiedendo da cosa è partito questo interesse, quali siano le fantasie più spinte, mentre comincio già a fargli fare i primi passi, piccoli gesti ma che già mettono nel giusto ordine d'idee.

Con me, gli dico, potrai diventare un bravo e devoto schiavo, potrai realizzare tutte le tue fantasie in sicurezza e riservatezza, ma ti dovrai impegnare, dovrai metterti davvero in gioco, non è solo venire qui fare una pratica e tornare alla vita "normale".

Prima di iniziare la formazione chiedo sempre se uno si sente pronto ad un lungo cammino, ad affidarsi completamente nelle mie mani cosicchè io possa gestire le sue emozioni, facendolo crescere e superare le sue difficoltà.

Una volta che mi è stato detto "si" però non ammetto ripensamenti e tentennamenti, le difficoltà ci possono essere, basta esprimerle, io deciderò cosa e quanto tener conto.

Ci saranno molti incontri prima di raggiungere lo status di servo della Padrona, ad ogni incontro la verifica degli apprendimenti, sarò sempre più esigente, più ci tengo e più divento esigente e le punizioni ti aiuteranno ad ricordarti le mie indicazioni e segneranno la tua strada, la cosa che dovrai temere di più sarà la mia delusione o insoddisfazione.

Comincerò a chiederti piccole cose e via via cose più difficili o le stesse con maggiore profondità e senso di sottomissione, ma ti poterò a vincere ogni tua paura e fare ognuno degli scalini che servono.

So che una frustata sulla pelle fa male quando la do, come so che non è semplice capire cosa una Padrona si aspetta da uno schiavo, non devi già saperlo...ti verrà insegnato.

Avrò la pazienza di condurti con fermezza verso il tuo obbiettivo, sarò intransigente e capricciosa, ma terrò sempre conto di te e della fiducia che riponi in me.

Potrei aver bisogno di un autista personale, chiaramente è sempre lo schiavo a pagare anche solo per il privilegio di servire la Padrona, e chiamarti quando ho desiderio di spostarmi; oppure di uno schiavo che va a farmi la spesa, di uno che mi pulisca ogni giorno il bagno.

Potrei concederti di portare la Padrona fuori a cena, e ordinare solo per me...chiedendo un piatto in più dove metterò ciò che ti concederò di mangiare.

Potrò volerti solo tenendoti nella mia gabbia mentre leggo una rivista, o farti venire solo per servirmi il caffè o farmi da poggiapiedi.

Più un aspirante si da da fare e si rende disponibile più si conquista questi spazi, questa possibilità di soddisfare la Padrona.

Si inizia da cose semplici e più diventerai bravo e più cose potrò chiederti, quindi non devi già esserlo, ti insegnerò io cosa esigo e come lo esigo, susciterò io il tuo sentirti sottomesso, non serve che la prima volta che vieni ti stendi a tapettino...vedrai ti verrà naturale con me.

Io sono una vera Dominante per questo un uomo con un indole (potenziale) sottomessa si sentirà naturalemnte sottomesso al mio cospetto.

Molte cercano schiavi già sottomessi o già esperti perchè fanno le dominanti non lo sono !

Fare delle pratiche oltre che una grande responsabilità ed esperienza non è lo stesso che essere lo schiavo di una Padrona.

Perchè ciò che invece significa essere schiavo è...desiderare e divenire pienamente soddisfatto nello soddisfare i bisogni, capricci e necessità della Padrona.

Il percorso parte sempre da qualche fantasia eccitante, ma se uno lo è dentro, nel suo animo, potrà arrivare a dedicarsi alla Padrona totalmente e godere di questo.

L'adorare i piedi è un premio per lo schiavo non una pretesa, il poter servire la Padrona pulendo o offrendosi per occuparsi delle sue necessità un suo bisogno.

L'esser frustato o inculato è solo il Piacere della Padrona, o una punizione per lo schiavo.

Quindi l'addestramento di un principiante può essere una delle cose più affascinanti e gratificanti per una padrona, comprendendo ogni difficoltà e portandolo a superfice ogni volta di più.

La fiducia è alla base e si conquista da entrambe le parti, anche la Padrona ha bisogno di aver fiducia da parte dello schiavo, dovrà essere serio ed affidabile, efficente lo porto io a diventarlo. Devi avere buona volontà e convinzione di voler iniziare e sperimentare insieme quale universo si celi nelle tue fantasie, questo solo chiedo all'inizio.

Imparare ad ascoltare, ad ascoltare nel modo giusto, ad esprimerti in modo adeguato, starà a me, amo educare ogni tuo gesto, pensiero e parola, piano piano, ma inesorabilmente...diverrai sempre più Mio.

Terminata la spiegazione l'aspirante è in estasi e pronuncia le parole magiche: "Si Padrona, Grazie Padrona", ha pagato grato e soddisfatto ed è uscito dalla porta ora sapendo di più di questo suo desiderio.